Stretching e mobilità nel sollevamento pesi

Stretching e mobilità nel sollevamento pesi

Da sempre gli scienziati sportivi, l’allenatore e gli atleti sono in disaccordo sul fatto che lo stretching migliora le prestazioni.

È stato detto più volte che lo stretching esteso prima dell’allenamento, riscalda le articolazioni e la muscolatura e dopo l’allenamento previene i dolori muscolari.
Ma studi scientifici dimostrano anche che lo stretching non ti impedisce di farti male durante l’allenamento o dopo

Per gli sport in cui la forza rapida e i carichi massimi sono gli aspetti principali, lo stretching prima dell’allenamento è controproducente.

Mentre il muscolo si allunga perde la sua tensione di base e si indebolisce. Poiché il sollevamento pesi si basa sulla forza rapida e sui carichi massimi, un allungamento esteso può influire sulle prestazioni in modo inefficiente.
Ciò non significa che lo stretching e il sollevamento pesi non vadano d’accordo, semmai è importante scegliere il momento giusto e la giusta intensità e dovresti avere chiaro il motivo e l’intenzione di cosa vuoi allungare.

Fondamentalmente, si distingue tra stretching dinamico-flessibile e statico.

Lo stretching statico è caratterizzato dal mantenimento (min. 20 sec.) Dell’estensione del muscolo in una posizione fissa. Con il tratto dinamico-flessibile, invece, il movimento e la posizione sono oscillanti ed elastici. Non vi è alcun trattenimento dell’estensione o della tensione del muscolo. Lo stretching dinamico può essere utilizzato durante il riscaldamento per un allenamento basato sul bilanciere, basta tenere a mente le priorità per i seguenti esercizi. La maggior parte dei sollevatori di pesi non ha un deficit di flessibilità nelle caviglie e nell’anca.

Soprattutto trovare una comoda posizione  per lo strappo e il clean è l’argomento principale. Quindi durante il riscaldamento è necessario allungare le caviglie in modo dinamico e “aprire” il tronco, meglio dire allungare l’anca. Nella tua routine con stretching dinamico, dovresti continuare a muoverti e non mantenere una posizione di allungamento per più di 5-10 secondi.

Per migliorare la flessibilità e la mobilità di caviglie, spalle, fianchi e polsi in modo permanente, lo stretching dinamico non sarà sufficiente.

Qui dovresti concentrarti sulle tue debolezze subito dopo aver terminato l’allenamento.

Un allungamento statico migliorerà la flessibilità della caviglia e dell’anca in modo rapido e evidente. Non ci sono suggerimenti segreti o esercizi speciali per migliorare la mobilità delle caviglie. Anche rotolare costantemente ogni parte del corpo su un rullo di schiuma non offrirà un miglioramento della tua mobilità.

Se il problema è che, a causa della rigidità delle caviglie, non è possibile portare le ginocchia più avanti nella posizione di accosciata, è necessario allungare continuamente questa posizione. Per migliorare i problemi con una posizione di squat profondo, si consiglia di dedicare tutto il tempo possibile in questa particolare posizione.

Come vedi non è necessario copiare alcuna routine di mobilità / stretching che trovi su Internet, più importante è che ti rendi conto delle tue debolezze personali e continui a lavorarci su.

 

Leave a Reply

Solve : *
28 − 2 =